Grom, il libro e il menù per la storia del gelato di qualità: e i vini?

Il 24 maggio ci sarà una cena esclusiva per festeggiare l’uscita del primo libro di Grom, azienda piemontese che in nove anni ha rivoluzionato il concetto di gelato di qualità.

Le vicende aziendali ed umane sono raccontate in “Grom. Storia di un’amicizia, qualche gelato e molti fiori” di Bompiani.
La storia di Grom è stata scritta da un manager, Federico Grom, e un enologo, Guido Martinetti, che hanno cominciato a inseguire il sogno di fare il gelato più buono del mondo partendo da Torino nel 2003.

Il libro si compone di 13 capitoli ispirati a 13 valori dell’uomo e a 13 grandi artisti da Dante a Mina altre che mille ricette sfiziosissime.

La cena del 24 maggio è proprio in onore di questa ricchezza messa in campo da Grom. Stefano Vicina, chef Stellato del ristorante Casa Vicina GuidoperEataly, ha ideato un menù speciale per la cena proprio ispitandosi al libro. Ogni piatto è dedicato ad uno dei temi sviluppati nei capitoli del volume, fiori e frutti che simboleggiano i valori universali dell’uomo: lo zafferano la fortuna, la mela l’equilibrio.

Un menù per raccontare la storia e il libro di Grom con la tradizione piemontese a tavola e l’arte dell’accoglienza del ristorante Casa Vicina.

 

 

Menu
Sorbetto al limone Femminello di Siracusa
Insalatina di fiori, frutti, fegato
Ravioli di spinaci ricotta e zafferano
Cosciotto d’agnello al forno con le mele
Gelato alla crema di Grom e al bacio
Sorbetto al lampone, ciuffo di panna montata

Quali vini avranno scelto per raccontare la storia del gelato Grom e del Piemonte?

 

Eccoli i vini in abbinamento:
Spumante Metodo Classico Quarantatre di Franco Martinetti, 2005
Langhe Nebbiolo di Cascina Bruciata, 2010
Barbaresco Rio Sordo di Cascina Bruciata, 2006
Moscato passito Loazzolo di Pianbello

La cena sarà il 24 maggio alle ore 20 presso il ristorante GuidoperEataly – Casa Vicina di Eataly Lingotto.
I partecipanti avranno in omaggio una copia del libro ” GROM. STORIA DI UN’AMICIZIA, QUALCHE GELATO E MOLTI FIORI”.

 

 

Per maggiori informazioni sul vini

www.vinievino.com